Come oramai tutti sanno, Italy Top Clash si è da tempo costituita in ASD, ovvero in Associazione Sportiva No Profit, ed è quindi a tutt’oggi l’unica Community di Clash of Clans affiliata GEC, Giochi Elettronici Competitivi, settore di ASI, Associazioni Sportive e Sociali Italiane, Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal CONI. Tale decisione è stata presa per due ordini di motivi; il primo riguarda la direzione competitiva che il gioco stava intraprendendo (e non è un caso che dopo qualche mese da tale decisione Supercell abbia dichiarato di voler entrare negli eSport lanciando la War Championship), la seconda motivazione riguarda una attenta analisi, realizzata insieme ai professionisti che collaborano attivamente con la Community, su uno degli aspetti che più appassiona i giocatori di Clash of Clans, ovvero quello legato alle manifestazioni a premi, siano esse gemme o altra tipologia di premi.

Analizzando la nuovissima normativa si è infatti realizzato come creare una manifestazione che preveda dei premi in Italia non è semplice come si è portati a pensare, per via della complessa serie di adempimenti necessari regolamentati dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Il tesseramento GEC-ASI che si realizza attraverso Italy Top Clash ASD, che si ricorda è una no-profit e che non ha alcuna redditività da questa attività, non è ovviamente un obbligo per nessun player né per l’accesso alle manifestazioni che non prevedano una corresponsione di premi; esso diviene altresì necessario se si vuole accedere a manifestazioni a premi che risultino in regola con le leggi italiane.

Che si tratti di concorsi a premi sui social network, fotocontest o altri tipi di contest e manifestazioni online, se è previsto un premio che abbia un valore economico (quindi non necessariamente denaro, ma anche oggetti, viaggi, servizi, e nel caso di Clash of Clans gemme) superiore a quello di lapis, bandierine, calendari e così via (ovvero superiore ad euro 0,99) è infatti necessario adempiere ad una serie di obblighi di legge, previsti dalla normativa sui concorsi a premi, che sono estremamente stringenti e complessi e che nel caso in cui non siano rispettati prevedono fortissime sanzioni. Sussiste peraltro, oltre all’obbligo di pesanti adempimenti in quanto a comunicazioni, fidejussioni ed una serie di altri fardelli burocratici e notarili, anche un problema di conservazione dei dati dei partecipanti, che, dice la legge, devono essere necessariamente conservati su un server italiano, rispettando tutte le relative normative sulla privacy e sulla sicurezza informatica.

Qualsiasi altra modalità realizzativa di un qualsiasi evento che preveda la corresponsione di premi risulta illecita e soggetta a pesantissime sanzioni per gli organizzatori. ITC Italy Top Clash ASD, preso atto delle nuove disposizioni in materia ha organizzato e dotato la propria infrastruttura gestionale di tutto ciò che necessita perché il rispetto delle norme sia pienamente assolto, e tutte le attività e le manifestazioni promosse ed organizzate vengono realizzate affinché tale rispetto della normativa vigente nel nostro paese metta in tutta tranquillità anche i partecipanti sia in termini di rispetto delle norme fiscali che in termini di sicurezza nel trattamento dei dati personali. Per qualsiasi chiarimento in materia i nostri consulenti legali e tributari sono a disposizione di chiunque necessiti di informazioni per organizzare Eventi e Tornei.

Se vuoi partecipare alle manifestazioni di eSport di Clash of Clans o di qualsiasi altro gioco presente tra i tornei del Settore Nazionale GEC acquista la tessera stagione sportiva 2019, ora in promo a soli 3,90 euro!

Tesserati ora!